Home Bhulan Challenge

sfida bhulan

Bhulan Challenge

Un progetto cinematografico presentato da
Kevin Sempé & Christophe Chellapermal

Al di là della nebbia che aleggia dolcemente sulle acque di un fiume in Nepal, una piccola increspatura rivela la presenza del raro e sfuggente delfino "Bhulan". Purtroppo, l'attività umana e l'inquinamento minacciano la sopravvivenza di questo timido mammifero, lasciando meno di 3000 delfini allo stato brado.

Illustrazione - 1894 Royal Natural History. Vol 3

Chi è il delfino o platanista del Gange?

Attraverso storie e leggende senza tempo, "Bhulan" - né un dio, né un principe, né un uomo o una donna - questo mammifero ha segnato la cultura di questa regione del mondo.

Tutto di questo animale è esotico. Il suo profilo unico con il suo lungo becco, le sue origini e la sua tragica storia, la sua integrazione nei miti e nelle culture ...

Tra la magia dell'eterna India e il misticismo tibetano ma anche in Nepal, Bangladesh, Pakistan o Bhutan, questo mammifero acquatico non conosce confini.

L'origine del progetto.

Un viaggio iniziatico in un ambiente singolare, un deserto minerale sperduto in mezzo alla giungla, in Nepal… Il desiderio di scoprire questo singolare mammifero nasce dall'incontro di Christophe e Kevin e dal loro gusto per la scoperta e l'esplorazione. Cercheranno, attraverso incontri e raccolte di immagini, di capire come si è evoluto per far fronte al suo ambiente mutevole e capire cosa è necessario per proteggere questa creatura un tempo sacra.

In collaborazione con il WWF, accompagnata dai pochi specialisti del settore, questa missione è composta da un piccolo team che si recherà in questa remota regione per una prima location, al fine di produrre immagini subacquee, terrestri e aeree inedite, al fine di memorizzare quante più informazioni possibili.

Questo animale non è mai stato avvicinato dai subacquei nel suo habitat naturale e non sono mai state registrate riprese subacquee.

Una ricerca

Il delfino del Gange è un mammifero timido e pauroso, che di solito si tiene a distanza dagli esseri umani, ma molto occasionalmente si avvicina ai pescatori sul fiume. Localizzare e avvicinarsi all'animale sarà un compito complesso e dispendioso in termini di tempo che richiederà la pazienza e l'alta abilità del team per catturare prove fotografiche del mammifero nel suo habitat naturale. Il delfino del Gange vive con altre specie acquatiche come il coccodrillo del Gharial che, sebbene anch'esso fortemente minacciato di estinzione, ha uno status protetto nei parchi nazionali, su mandato del governo e sotto la supervisione del WWF. Documenteremo anche questo lontano cugino, vittima degli stessi problemi.

Interesse scientifico

Queste immagini forniranno ai ricercatori dati importanti, inclusa l'identificazione e la registrazione di comportamenti che in precedenza non erano disponibili.

Si sa molto poco di questo delfino, non esistono dati sul suo comportamento o abitudini sociali con altri delfini, animali o esseri umani.

Una prima ripresa, un film in fase di sviluppo.

A seguito di questa spedizione verrà prodotto un mini-film. L'obiettivo di questo film sarà presentare questo raro animale, nel suo ambiente, così come gli altri animali che condividono il suo biotopo. Il film presenterà anche le minacce che portano all'estinzione di questo animale e il modo in cui coesiste con gli esseri umani in questa regione incontaminata e isolata del Nepal, a differenza della sua situazione in India.

Comunicazione

Durante il loro viaggio, la squadra incontrerà incredibili paesaggi selvaggi e personaggi locali. Queste storie verranno condivise tramite i social network.

I due membri della Sfida hanno rispettivi partner che condivideranno anche le loro pubblicazioni e il mini-film. Articoli e podcast saranno aggiornamenti su Scuba-People e saranno condivisi sui social media.

membri del team tecnico

Kevin Sempé - Regista e scrittore

Leonard Prêtre - Secondo operatore di ripresa

Christophe Chellapermal - Fotoreporter e coautore

kevin sempe

Kevin Sempé

Regista e videografo

Kevin Sempé è un regista e direttore della fotografia specializzato in immagini subacquee. Questo avventuriero in cerca di esplorazione è alla ricerca di belle storie, per realizzare documentari. Lavora per grandi marchi e produzioni e collabora a molti progetti in tutto il mondo. Dalle immersioni profonde alla giungla e ai luoghi remoti ed esotici, Kevin utilizza la sua esperienza nell'ecosistema della telecamera RED e nelle immersioni con rebreather per dare vita a racconti sconosciuti. Kevin ha anche sviluppato un'esperienza subacquea in film, cortometraggi e televisione. Dirige e presenta la sua serie di immersioni sulle storie di relitti per la televisione francese.

christophe chellapermal

Christophe Chellapermal

Fotografo e giornalista

Christophe è cresciuto a Dubai negli Emirati Arabi Uniti, ma ha iniziato ad immergersi all'età di 12 anni nel Mar Mediterraneo, a Cap d'Antibes. Nel 1998 si è diplomato come istruttore Padi in Messico dove ha sperimentato la sua prima immersione CCR su un delfino.
Dopo diversi anni di studi in cantieristica navale e turismo, ha aperto il suo primo diving center in Oman nello Stretto di Hormuz. In oltre 15 anni di attività ha acquisito una grande esperienza nella gestione e nella subacquea, che gli ha permesso di diventare istruttore trainer presso Iantd, istruttore Tek e ccr presso TDI e personale istruttore presso Padi. In questi anni riscopre una delle sue prime passioni, la fotografia. Dopo aver voltato pagina su Nomad Ocean Adventure. Pluripremiato fotografo e fotoreporter, decide di rilevare la rivista Scuba People. Oltre a contribuire a vari media. È anche editore e direttore della rivista scuba-people.com.

I nostri partner